domenica 2 dicembre 2012

Risultato del ballottaggio

A Solbiate Olona le primarie del centrosinistra vedono una buona affluenza anche al secondo turno: 121 votanti contro 138 del primo turno.

Matteo Renzi ha ottenuto 61 preferenze, Pierluigi Bersani 60.

Un grazie agli elettori, che sono tornati a votare numerosi.

E un grazie ancora più grande ai volontari del Partito Democratico, che hanno reso possibile un'altra giornata di bella politica.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Cari Pidiessini, è andata a finire proprio come era già scritto sin dall'inizio: i "rottami" del Pd avanti, il "rottamatore" indietro.
Ringrazio per il vostro "progressismo", il vostro "vedere avanti" e il voler riscrivere l'Italia.
Per me sarà più facile sopravvivere, grazie per il rigore a porta vuota.
P.S.: ma erano, o sbaglio, gli onorevoli Bindi e D'Alema quelli che son ricomparsi ieri in TV?

Con affetto,
Silvio B.

Dronning ha detto...

Caro Silvio B., ti ricordo che il PDS non esiste più da molto tempo. Ti ricordo anche che in fatto di novità hai ben poco da insegnarci, per non parlare di quello che puoi insegnarci in termini di democrazia e di rispetto per l'elettorato. Sarebbe stato meglio Renzi? Forse sì, sono uno di quelli che pensa al rinnovamento della classe politica come di una condizione necessaria. Però noi abbiamo il "difetto" di volerci confrontare con gli elettori prima di prendere le decisioni.
Ivan
PS il tuo problema è che fallirai il rigore anche a porta vuota

Anonimo ha detto...

Avete gia fatto Voi (tutti del PD) un autogol, non siete riusciti a rinnovarvi, comprando voti degli elettori al sud a favore di Bersani (gia ministro governo prodi), avevate come garante un comunista (Berlinguer), uno sponsor come la cgil (il vero cancro del sistema lavoro Italia);la Bindi ieri tirata a lucido per l'occasione si leccava i baffi quando subito dopo il discorso di Bersani è stata intervistata nello speciale della 7 sperando di essere chiamata a far parte di un'eventuale squadra di governo.
Peccato, un vero peccato aver aumentato la percentuale degli indecisi e magari alimentato piu voti al movimento di Grillo.

ma come direbbe qualcuno la FAVOLA continua

Eleonora (Ely)



Dronning ha detto...

E' interessante notare quanta gente che non sopporta il PD segua questo blog. Non saprei come interpretare la cosa ma in ogni caso mi fa piacere anche se, ovviamente, non sono d'accordo con Eleonora: mi sembrano ragionamenti costruiti su luoghi comuni sbagliati e su sue valutazioni. Pazienza, me ne farò una ragione.
Ivan

Anonimo ha detto...

Bersani viene dal lungo corso del Pci-Pds-Ds-Pd, è evidente che cambiano le sigle (per cui non si sa mai come chiamarvi ed è facile confondersi) ma non le persone.
In fondo per me siete e sarete sempre i vecchi e cari (?) comunisti.....

P.S.: anche se fallirò il rigore a porta vuota, non mi preoccupo, di certo non farò autogol come avete fatto voi.

Silvio B.

Stefano Catone ha detto...

Cioè, in un momento storico in cui la fiducia nei partiti è prossima allo zero, i sondaggi danno un calo costante di tutti i partiti (M5S escluso), l'astensione è in vertiginoso aumento... In un momento così, le primarie del Centrosinistra - aperte a tutta la coalizione e ad altri candidati del PD per volere del Segretario del PD - che portano al voto 3 milioni di cittadini, per due volte, a novembre e a dicembre, sarebbero una sconfitta?
Ha vinto, semplicemente, chi è stato scelto dai cittadini, in una competizione aperta, in cui la leadership era effettivamente contendibile.
Queste primarie, probabilmente, sono il vero atto fondativo del PD e del Centrosinistra, e hanno fatto bene, stando ai sondaggi.

Stefano

Anonimo ha detto...

Vabbe': io sono contento per la vittoria dello zio PierLuigi! Saluti democratici,
mp

Anonimo ha detto...

Atto fondativo del PD e del Centrosinista... bla bla bla. Stefano, sono sempre le solite frasi. Ma come fai a fare un'affermazione del genere quando nell'ultimo post tu stesso hai citato Veltroni (27/10/07): "Siamo giunti fin qui: finalmente i democratici, i riformisti italiani, hanno un partito. Una casa comune, grande e nuova."?
Che cosa cambia?
Un abbraccio


Silvio B.

Anonimo ha detto...

C'è chi preferisce il predellino, chi preferisce le "parlamentarie", chi Luca Cordero di Montezemolo. Noi siamo abituati a processi, a volte complicati, perché la democrazia è fatta anche di questo. A differenza del 2007, questa volta la partita è stata realmente aperta e la leadership realmente contendibile. E non è cosa da poco, basta guardare a tutti gli altri partiti. Le primarie sono la struttura portante della casa, come scrivevo.
Dall'altra parte attendiamo una tua nuova ascesa sul predellino, o discesa in campo, caro Silvio B. :)
Ricambio l'abbraccio,
stefano